Coppa Matrioska – Jiřího Helcel - mostra

Coppa Matrioska – Jiřího Helcel - mostra

Il torneo che apparentemente non può essere vinto ... Matryoshka Cup è una piccola protesta in tempo di Avvento. Vieni a visitare la mostra alla Galleria di Czech Marionettes, Nerudova 51, Praha 1, ve dnech 10 .12. 2019 - 10. 1. 2020

La Mostra

La coppa Matryoshka è una piccola protesta al momento dell'avvento. La mostra è una delicata non conformità, che si ribella alla sempre crescente invasione turistica del centro storico di Praga. Nel suo nucleo in via Nerudova, è un piccolo baluardo del coraggio, che mostra i suoi artigli d'oro al pubblico. oggetti esposti di Jiří Helcel creati con il principio di ready-made combinano una serie di approcci diversi e oscillano al confine tra giocattoli, marionette e la scultura. È proprio questa snervante oscillazione tra le forme, tipica del lavoro di Helcel. Le matrioske innocentemente simpatiche e allo stesso tempo sottilmente attraenti fondono la pomposa adulazione russa e una magia in qualche modo originale che celebra il cerchio della vita e della rinascita, una bellezza sfrenata e delizia con cui le sue guance ci attirano. Apportando modifiche significative al corpo di legno, Jiří Helcel esprime il principio dell'infinito, la qualità propria della matrioska, e lo adotta come proprio, scoprendo sempre nuove e nuove reincarnazioni.

 

La coppa Matryoshka è una gara che apparentemente non può essere vinta. La vittoria delle Matrioske di Helcel è schiacciante nelle loro tattiche; è una vittoria combattuta facilmente, con il sorriso sulle labbra dipinte.

 

A proposito della matrioska

Sebbene Matrioska sia ora inconsciamente associata al folclore russo, le sue origini sono più complesse di quanto le vetrine dei negozi possano suggerire a prima vista. La prima matrioska fu prodotta nel XVIII secolo in Cina, derivante da una tradizione di scatole decorative, in cui i singoli pezzi venivano messi insieme dal più grande al più piccolo. Le bambole cinesi erano simili alle matrioske odierne, dove il più piccolo del set di solito conteneva un chicco di riso. Dalla Cina questo fenomeno della matrioska si espanse in Giappone, dove era rappresentato sotto forma di sette dei della mitologia giapponese. Solo più tardi, nel 1890, il ricco mercante e mecenate di Mosca Savva Mamontov scoprì la matrioska e fece realizzare un campione russo adattando la cultura cinese e poi giapponese al folklore russo. Nel 1900 sua moglie ha presentato una matrioska russa all'Esposizione mondiale di Parigi, per la quale ha ricevuto una medaglia. Da allora, le bambole impilate sono diventate il principale articolo di esportazione della Russia e successivamente durante il 20. secolo come icona dell'Unione Sovietica si sono espanse in tutto il mondo. Con la crescita del turismo dopo la rivoluzione (la fine del comunismo), le matrioske hanno allagato gli scaffali delle scorte e le vetrine dei negozi di souvenir in tutta l'Europa orientale. Il giocattolo ideologico divenne un prodotto di marketing vuoto, un simulacro onnipresente, uno zombi con le guance dipinte.

Eliška Raiterová

  

Il Nulla è rumoroso e si vanta di colore.

O autorovi

 

Matrioška Cup – výstava Jiřího Helcela #1

 

Jiří Hlecel

Nato il 4 marzo 1955 a Český Těšín. Dal 1991 vive nella Città Vecchia di Praga. Si è laureato presso LŠU Havířov e SUPŠ Uherské Hradiště. È artista e artigiano. Lavora principalmente con il legno. Crea pupazzi dal 1992.


Solo exhibitions:

2009 Disco, disegni e oggetti, Libreria e galleria antiquaria Pod Svícnem, Frýdek - Místek
2005 Nausea improvvisa, vetrine della Biblioteca dell'Istituto di Psicologia AS CR, Praga
2002 Felici e allegri a voi i nostri angeli, Libreria Antiquaria e Galleria Pod Svícnem, Frýdek - Místek
2002 Nessun commento, Galleria Mazhaus, Český Krumlov
2001 Autosalon, Libreria Antiquaria e Galleria Pod Svícnem, Frýdek - Místek
2000 Perpetuum Shakespeare, Lang’s House Gallery, Frýdek - Místek
1999 Spazio per un'opera, Moravian Gallery, Brno
1999 Viagra Benz, House of Arts, Ostrava
1996 The Lost Lines o Primo Salone dell'Automobile di Jilská, Galleria U šaška, Praga
Group exhibitions:
2010 3 volte per la gioia, Galleria Radost, Havířov
2009 PF 2012, Designblok 09, Praga
1991 Jeune Peinture, Grand Palais Paris, Parigi


 

 

 

Pin it
Google imposta i cookie per analizzare il traffico verso questo sito. Le informazioni sull'utilizzo del nostro sito Web vengono condivise con Google a tale scopo.
Io d'accordo